La co – progettazione “La città per le persone”

I Comuni della ZS7 nel 2018 hanno deciso di utilizzare lo strumento della co-progettazione allo scopo di sostenere meglio le logiche di sviluppo del sistema dei servizi sociali, in ordine alla organizzazione e gestione di iniziative ed interventi innovativi, nonché alla necessità di pervenire alla definizione di relazioni efficaci con soggetti qualificati, operanti nell’erogazione di servizi socio-assistenziali prevalentemente come imprese non profit.
Si è trattato di un’istruttoria pubblica finalizzata all’individuazione di un soggetto del Terzo Settore, in possesso di requisiti generali e di professionalità ed esperienza predefiniti, disponibile alla compartecipazione economica al progetto, in grado di esprimere un significativo livello di progettazione sociale e valutazione di impatto.

La co-progettazione ha per oggetto la definizione progettuale di iniziative, interventi innovativi e sperimentali e attività complesse inerenti i servizi sociali, da attuarsi in termini di partnership tra i Comuni facenti parte della Zona Sociale n. 7 ed il soggetto a questo scopo individuato, con la messa in comune di risorse.
In quest’ottica, i Comuni hanno inteso promuovere un’esperienza di welfare aperto alla partecipazione di tutti i soggetti presenti nella comunità locale. Infatti la partecipazione del Terzo Settore ai processi di co-progettazione e gestione dei servizi e degli interventi alla persona, si rivela fondamentale per rendere maggiormente efficaci ed appropriate le risposte fornite, nonché per consentire un adeguato utilizzo delle risorse. Ciò deve avvenire garantendo che la gestione sia realizzata secondo criteri di efficienza, efficacia, economicità e trasparenza, uniformità e appropriatezza nel sistema di offerta, nonché di equità per l’accesso alle prestazioni.

La convenzione/accordo di collaborazione relativo alla co-progettazione e gestione in partenariato delle iniziative, interventi innovativi ed attività inerenti i servizi sociali (servizi a sostegno della domiciliarità ed i servizi per l’orientamento, l’accompagnamento e l’inclusione attiva) nei Comuni di Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Scheggia-Pascelupo, Sigillo ha come protagonista accanto ai Comuni il Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito da ASAD Soc. Coop. Sociale, Il Sicomoro Soc. Coop. Sociale, l’Associazione Dis e Dintorni e una rete
di partner non profit operanti localmente nel settore sociale e socio – assistenziale.

La co-progettazione va intesa come processo in divenire che vede i Comuni della Zona Sociale 7 e il R.T.I., alleati e ugualmente impegnati a trovare risposte efficaci alle reali domande sociali, a mettere disposizione risorse e a farsi promotori di reti per lo sviluppo qualitativo degli interventi, avvalendosi di un sistema di valutazione e di formazione condivisi.

Uffici della cittadinanza (Servizi Sociali)